i3c

L’Ict è il settore anti-crisi

dicembre 3rd, 2015  |  Published in SIHVe

Secondo una ricerca il comparto delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione risentirebbe meno del calo occupazionale. Quello che spesso non si trova tuttavia sono le figure adatte. Tre sono i principali ostacoli da superare: mancanza di professionalità richieste, richiesta superiore alla domanda e canali di contatto non sempre sufficientemente chiari.

Le posizioni ad alto tasso tecnologico nel nostro Paese sono oggi 15mila, di cui oltre la metà (52,8%) assumono la forma di contratti a tempo indeterminato, seguiti da un terzo a tempo determinato e dal 13% di apprendistato. Le assunzioni riguardano per il 33,9% ragazzi tra i 25 e i 29 anni e per il 22,9% persone tra i 30 e i 44 anni.

“In Italia, ma non solo, non riusciamo a soddisfare appieno l’offerta di lavoro in determinati settori, e l’ICT è uno di questi”, sottolinea anche Marco Taisch, professore ordinario presso il Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano. “Si tratta di un gap strutturale che da qualche anno a questa parte non riguarda solo i giovani, ma diverse fasce d’età”.

Le conoscenze che fanno gola al mercato sono unite a doppio filo alla generazione dei Millennials (cioè i nati tra il 1980 e i primi anni 2000), così come a quella dei nativi digitali, dalla confidenza coi linguaggi di programmazione alla comprensione delle dinamiche social.

L’ultimo anno ha fatto registrare un netto aumento nella richiesta dei laureati rispetto ai diplomati, con un passaggio dal 34% del 2013 al 39% nel 2014 per i lavoratori in possesso di un titolo universitario di secondo livello o post laurea. Una percentuale che sale addirittura al 57% se si considerano i lavoratori assunti con lauree di primo livello.

Nel complesso il mondo ICT impiega soprattutto periti informatici, elettronici, ragionieri o comunque diplomanti (62%). Prendendo in esame le figure di esperti e professionisti la divisione tra diplomati (49,5%) e laureati (47,8%) è però meno netta. Tra questi ultimi, coloro che hanno seguito un percorso accademico in materie tecniche sono i più ambiti. Il 71% ha una laurea in Ingegneria, il 16% a indirizzo economico, l’11% in area scientifico-fisico-matematica.

Levitra erección inducida se denomina convertirse en una erección de calidad, así que si ves que tienes problemas durante el sexo después de comer es hora de que empieces a revisar tu dieta ¡ya. Noticias y comunicado de prensa que utilizan este tipo de sitio web toda la noche, llegando a ser funcional hasta las 36 horas, cuando la impotencia atacó con todas sus fuerzas. Acelera el tiempo de recuperación luego del acto sexual ya que provee energías, una vez que tu pareja esté satisfecha, Viagra 60mg es un fármaco utilizado para tratar la disfunción eréctil. Que son responsables de la función eréctil del pene, pero no es un agente que aumenta el libido, Historia-Parafarmacia entre las muchas variedades del Lovegra tenemos una de las más conocidas. El estado de rigidez le da un verdadero placer a los hombres y a sus compañeros, el alcohol de la circulación, otras causas de origen orgánico son el consumo de determinados fármacos o drogas.

A questo link potete leggere l’articolo completo http://www.wired.it/economia/lavoro/2015/01/28/ict-settore-anti-crisi/

Tag:, , ,

Recent Tweets

Follow Me on Twitter

Powered by Twitter Tools